incontri. mostre, mercatini antiquariato, sagre
   
  Agenzie immobiliari
Agriturismi
Alberghi
Antiquariato
Appartamenti
Arredamento
Antiquariato
Associazioni
Auto e moto
Bed and Breakfast
Caffè e Pub
Camping
Case vacanza
Dimore storiche
Edilizia
Enoteche
Incoming
Ottica
Prodotti tipici
Profumerie
Rifugi
Ristoranti
Sport
Spose
Stufe e camini

 
   
  Architetti
Avvocati
Commercialisti
Ingegneri
Medici
 
   
  Carabinieri
Elenco telefonico
Farmacie
Link
Polizia
Ospedali
Pronto soccorso
Servizi di emergenza
Terremoti
Vigili del Fuoco
 
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
 
 
  la guida di pontremoli
  Pontremoli, la storia, gli uomini, la cittĂ 
   
     
 
     
 
Guida di Pontremoli
 
Home Page
Storia
Per conoscere Pontremoli
I Menhir
Personaggi
Cucina
Prodotti tipici
Manifestazioni
Dintorni
Fiumi
Numeri utili
  pontremoli  
Personaggi di Pontremoli
 
Nicodemo Trincadini
Paolo Belmesseri
Gio Rolando Villani
Giuseppe Zambeccari
Stefano Bertolini
Alessandro Malaspina
Pietro Giovanni Parolini

Pietro Cocchi
Luigi Poletti
Luigi Campolonghi

Giovanni Sismondo
Manfredo Giuliani
 
     
 

Pietro Giovanni Parolini, musicista

 
la guida di pontremoli
I personaggi

Nicodemo Trincadini
Paolo Belmesseri
Gio Rolando Villani
Giuseppe Zambeccari
Stefano Bertolini
Alessandro Malaspina
Pietro Giovanni Parolini

Pietro Cocchi
Luigi Poletti
Luigi Campolonghi

Giovanni Sismondo
Manfredo Giuliani
 
Pietro Giovanni Parolini
musicista (1789 - 1875)

Fu uno dei personaggi pontremolesi più conosciuti e autorevoli nel secolo scorso. Musicista, compositore di repertori a carattere religioso, seppe guadagnarsi nella sua lunga vita di studi una fama nazionale.
La sua carriera di musicista fu indubbiamente, in qualche modo, condizionata dall'affetto che portava alla sua città, che lo indusse ad accontentarsi di un posto di Maestro di Cappella e organista della cattedrale invece che inseguire i richiami più allettanti della notorietà fuori del borgo natio.
La sua predisposizione per la musica trovò applicazione e guida all'età di tredici anni presso alcune dilettanti locali di pianoforte che lo indirizzarono successivamente a Borgotaro dal noto maestro Carlo Gervasoni. Qui Parolini si applicò allo studio dell'accompagnamento con grande volontà tanto che in breve tempo fu in grado di seguire senza alcuna preparazione, e all'improvviso, brani musicali impegnativi.
Imparò, saltando le tappe, per la dedizione che poneva nello studio, la teoria della composizione musicale così che a diciannove anni provò a comporre una messa a tre voci concertata che fu eseguita con grande successo nell'Oratorio de' Disciplinati di Borgotaro.
In quello stesso periodo scrisse altre messe e vespri a tre e quattro voci e numerosi brani di musica sacra.
A Parma nella chiesa del Rosario nel 1810 furono eseguiti, da un'orchestra diretta da lui stesso, una messa e un vespro a quattro voci che ottennero generali consensi. Nel genere profano produsse varie musiche, opere e molte sinfonie a piena orchestra.
Parolini ottenne nel 1812 il primo premio di un concorso triennale bandito dall'Accademia delle Belle Arti di Firenze per una sinfonia concertata sullo stile di Haydn. Successivamente guadagnò altri due premi sempre dalla stessa Accademia negli anni 1816 e 1822 per aver musicato l'ultima scena dell'atto secondo del "Demofroonte" di Metastasio ed il poema drammatico di Ossian "Comala". In questo tempo veniva nominato Accademico dell'Istituto Fiorentino e maestro onorario della Società Filarmonica di Viterbo.
Nel 1819 scrisse e mise in scena al teatro La Pergola di Firenze "Ifigenia in Aulide" un melodramma che riscosse un lusinghiero successo.
A Pontremoli diresse l'Accademia vocale e strumentale dei Risorti Apuani che mise in scena le migliori opere del tempo al teatro della Rosa. Compose nella maturità della lunga carriera numerose musiche da chiesa che fu chiamato a dirigere in varie città italiane.
Tra le opere di carattere religioso si ricordano: una grande Messa da requiem, scritta per i funerali del Granduca di Toscana Ferdinando III nel 1824; una Salve Regina a tre voci concertata, composta per la festa del 2 luglio in onore della B. Vergine del Popolo; le Lamentazioni, i Responsori, il Miserere e gli Inni della Settimana Santa.
Terminò di scrivere a 86 anni una Messa solenne a più voci che tuttavia la morte (1875) gli impedì di vedere eseguita.
 
 
 
 
   
  Aulla
Bagnone
Casola
Comano
Filattiera
Fivizzano
Fosdinovo
Licciana Nardi
Mulazzo
Podenzana
Pontremoli
Tresana
Villafranca L.
Zeri
 
   
  Fiumi e torrenti
Castelli
 
   
  Arte e artisti
Cinema
Cronaca del '900
Cucina
Incontri
Librerie
Magia
Manifestazioni
Menhir
Mostre
Musei
Musica
Personaggi
Scrittori e poeti
Teatri
 
   
  Mercatini
Sagre e fiere
Tempo libero
 
     
   
   
   
   
     
     
LINK

www.lunigiana.net
Il Portale per scoprire la Lunigiana, terriritorio tra Toscana e Liguria che custodisce ancora i segreti di molte testimonianze medioevali e degli antichi menhir. Gli agriturismi, gli alberghi e i Bed and reakfast dove alloggiare, i ristoranti dove mangiare, le spiagge dove andare al mare

www.maredisogno.com
Il mare, le spiagge, gli alberghi, i villaggi più affascinanti del Mar Mediterraneo. Dove dormire, dove mangiare, dove alloggiare per una vancanza da sogno
www.e-praga.com
La Guida per conoscere Praga, i suoi alberghi, i suoi ristoranti, la sua cultura e la sua anima. Dove dormire e dove mangiare. I segreti di Praga, una delle capitali dell'est più affascinanti e più desiderose di farsi scoprire
www.e-garfagnana.com
La Guida per conoscere la Garfagnana, territorio storico della Toscana, la cultura, la storia, l'econonia, gli agriturismi, gli alberghi, i ristoranti
www.lericieportovenere.com
La Guida per scoprire il Golfo dei Poeti, la terra amata da Bayron e da Shelley. Gli alberghi e i Bed and reakfast dove alloggiare, i ristoranti dove mangiare, le spiagge dove andare al mare
www.bardireport.com
Blog fondato da maurizio bardi
 

© Copyright 2000-2011 Lunigiana.Net
E' vietata la riproduzione dei testi e delle foto
pubblicati sul portale Lunigiana.Net
senza espressa autorizzazione scritta
Per informazioni:
info@lunigiana.net
Tel. 320 0286339