incontri. mostre, mercatini antiquariato, sagre
   
  Agenzie immobiliari
Agriturismi
Alberghi
Antiquariato
Appartamenti
Arredamento
Antiquariato
Associazioni
Auto e moto
Bed and Breakfast
Caffè e Pub
Camping
Case vacanza
Dimore storiche
Edilizia
Enoteche
Incoming
Ottica
Prodotti tipici
Profumerie
Rifugi
Ristoranti
Sport
Spose
Stufe e camini

 
   
  Architetti
Avvocati
Commercialisti
Ingegneri
Medici
 
   
  Carabinieri
Elenco telefonico
Farmacie
Link
Polizia
Ospedali
Pronto soccorso
Servizi di emergenza
Terremoti
Vigili del Fuoco
 
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
 
 
  la guida di pontremoli
  Pontremoli, la storia, gli uomini, la cittĂ 
   
     
 
     
 
Guida di Pontremoli
 
Home Page
Storia
Per conoscere Pontremoli
I Menhir
Personaggi
Cucina
Prodotti tipici
Manifestazioni
Dintorni
Fiumi
Numeri utili
  pontremoli  
Personaggi di Pontremoli
 
Nicodemo Trincadini
Paolo Belmesseri
Gio Rolando Villani
Giuseppe Zambeccari
Stefano Bertolini
Alessandro Malaspina
Pietro Giovanni Parolini

Pietro Cocchi
Luigi Poletti
Luigi Campolonghi

Giovanni Sismondo
Manfredo Giuliani
 
     
 

Alessandro Malaspina

 
la guida di pontremoli
I personaggi

Nicodemo Trincadini
Paolo Belmesseri
Gio Rolando Villani
Giuseppe Zambeccari
Stefano Bertolini
Alessandro Malaspina
Pietro Giovanni Parolini

Pietro Cocchi
Luigi Poletti
Luigi Campolonghi

Giovanni Sismondo
Manfredo Giuliani
 
Alessandro Malaspina
navigatore (1749 - 1810)

Fu uno dei più grandi navigatori di tutti i tempi, rinnovando nel XVIII secolo la grande tradizione marittima italiana costituita da Colombo, Vespucci, Caboto, Verazzano.
Nacque nel castello di Mulazzo, a 8 Km da Pontremoli, nel 1749 da Carlo Morello e Caterina Melilupi di Sorano.
Il desiderio di avventura lo spinse in Spagna nel 1774 dove fu ammesso come guardiamarina. L'anno successivo, durante la guerra col Marocco, seppe guadagnarsi, dando prova di valore, la promozione ad alfiere di fregata e quindi di vascello.
Nel 1778 nella guerra navale che Francia e Spagna alleate, andavano combattendo contro l'Inghilterra, compì azioni militari di grande valore che gli valsero la promozione a tenente di vascello e due anni dopo a capitano di fregata. A pace conclusa dedicò il suo lavoro di marinaio all'osservazione geografica e scientifica compiendo viaggi lungo le coste del Perù e nelle Filippine.
Nel 1789 gli fu affidato il comando di una spedizione che avrebbe dovuto esplorare approfonditamente le coste dell'America Meridionale sul Pacifico. Il governo spagnolo lo dotò di tutti i mezzi necessari alle finalità scientifiche dell'impresa: gli furono anche affiancati esperti di zoologia, botanica, filologia e cartografia. Su due corvette, la "Scoperta" e "l'Intrepida" salpò il 30 luglio 1789 da Cadice per una missione che risultò una delle più feconde nella storia delle esplorazioni oceaniche. Toccò l'isola della Trinità, le spiagge della Patagonia e le isole Malvine. Doppiato Capo Horn cartografò tutte le coste meridionali americane da sud a nord sino alle rive antistanti il monte Sant'Elia in Alaska. Si diresse in seguito verso le Marianne, sostò alle Filippine studiando gli arcipelaghi dell'Oceania e raccogliendo materiale di interesse scientifico.
Poi, dopo cinque anni di duro lavoro, studi e avventure, Malaspina fece rotta su Sydney, che allora si chiamava Tor Jackson, e di qui a Montevideo e Cadice, ove sbarcò il 21 settembre 1794.
Era stato un viaggio di grande importanza scientifica, basti pensare alle indagini sul valore della gravità nei due emisferi terrestri attraverso l'uso del pendolo a diverse latitudini e allo studio di un progetto per il taglio del canale di Panama, per non parlare dei reperti botanici ad interesse etnografico.
Re Carlo IV lo accolse manifestandogli grande soddisfazione per i risultati ottenuti e gli fu conferito il grado di Brigadiere.
Successivamente Alessandro Malaspina si pose a redigere le osservazioni sui suoi viaggi in collaborazione con il frate Emanuele Gil. Nel 1796, in seguito ad intrighi alla corte del re, o forse per vendetta personale, venne accusato dal primo ministro Manuel Godoy di cospirazione rivoluzionaria e fu condannato alla perdita della carica che ricopriva e alla reclusione per dieci anni e un giorno. Fu graziato per intervento di Napoleone e, tornato in Italia nel 1802 si fermò a Milano ove rifiutò i prestigiosi incarichi che il Melzi d'Eril, vicepresidente della Repubblica voleva accettasse.
Si ritirò quindi a Pontremoli, ove morì dimenticato nel 1810.


Per saperne di più
 
 
 
 
   
  Aulla
Bagnone
Casola
Comano
Filattiera
Fivizzano
Fosdinovo
Licciana Nardi
Mulazzo
Podenzana
Pontremoli
Tresana
Villafranca L.
Zeri
 
   
  Fiumi e torrenti
Castelli
 
   
  Arte e artisti
Cinema
Cronaca del '900
Cucina
Incontri
Librerie
Magia
Manifestazioni
Menhir
Mostre
Musei
Musica
Personaggi
Scrittori e poeti
Teatri
 
   
  Mercatini
Sagre e fiere
Tempo libero
 
     
   
   
   
   
     
     
LINK

www.lunigiana.net
Il Portale per scoprire la Lunigiana, terriritorio tra Toscana e Liguria che custodisce ancora i segreti di molte testimonianze medioevali e degli antichi menhir. Gli agriturismi, gli alberghi e i Bed and reakfast dove alloggiare, i ristoranti dove mangiare, le spiagge dove andare al mare

www.maredisogno.com
Il mare, le spiagge, gli alberghi, i villaggi più affascinanti del Mar Mediterraneo. Dove dormire, dove mangiare, dove alloggiare per una vancanza da sogno
www.e-praga.com
La Guida per conoscere Praga, i suoi alberghi, i suoi ristoranti, la sua cultura e la sua anima. Dove dormire e dove mangiare. I segreti di Praga, una delle capitali dell'est più affascinanti e più desiderose di farsi scoprire
www.e-garfagnana.com
La Guida per conoscere la Garfagnana, territorio storico della Toscana, la cultura, la storia, l'econonia, gli agriturismi, gli alberghi, i ristoranti
www.lericieportovenere.com
La Guida per scoprire il Golfo dei Poeti, la terra amata da Bayron e da Shelley. Gli alberghi e i Bed and reakfast dove alloggiare, i ristoranti dove mangiare, le spiagge dove andare al mare
www.bardireport.com
Blog fondato da maurizio bardi
 

© Copyright 2000-2011 Lunigiana.Net
E' vietata la riproduzione dei testi e delle foto
pubblicati sul portale Lunigiana.Net
senza espressa autorizzazione scritta
Per informazioni:
info@lunigiana.net
Tel. 320 0286339